Categories i Classici, In&Out, Libri OUT

Il Signore Delle Mosche. Quando l’innocenza finisce.

Quando l’innocenza finisce è quel momento in cui, ancora nel corpo di bambino, inizi ad essere “grande”. Passa la frivolezza e arriva la responsabilità, la consapevolezza delle cose che si fanno, o non si fanno, delle parole che si dicono, o non si dicono, e soprattutto delle conseguenze che queste azioni/non-azioni comportano. Quello è il momento in cui si diventa grandi. Quello è il momento in cui un pezzettino di magica innocenza viene perso. Il Signore Delle Mosche invece è una ...
Continua
Categories i Classici, Libri IN

Sostiene Pereira. La dolce malinconia.

A Settembre ho iniziato a leggere solo classici, per una sorta di penitenza auto inflitta ma Sostiene Pereira, di Antonio Tabucchi, lo volevo leggere da tantissimo tempo. Non so perché. Come spesso mi accade, certi libri scelgono me e non viceversa. Per una strana questione di energia, sintonia, chimica. Come con le persone. Sconosciuti con cui basta uno sguardo, un profumo, e ti senti connesso con quella persona per delle ragioni razionalmente inspiegabili, immotivatamente in sintonia ...
Continua
Categories i Classici, In&Out, Libri OUT

Gita Al Faro. Aspettative, delusioni, passioni.

E poi uno si fissa con certi libri da leggere. Senza sapere il perché, questi entrano nella lista dei "vanno letti". E magari poi uno ne rimane deluso. Perché magari non è così emozionante appassionante seducente brillante accattivante, come uno si aspettava. Come uscire finalmente con il bello della scuola, dopo aver passato intere ricreazioni in cortile ad osservarlo, da lontano, ammaliata. E poi, quando ci sei fuori, rimpiangi di aver rovinato il sogno perché la realtà non è ...
Continua
Categories i Classici, In&Out, Libri OUT

La Certosa di Parma. Na Palla.

Il Rosso e il Nero è stato forse uno dei primi classici ad aver letto, non ricordo praticamene nulla ma so che mi era piaciuto. Non posso certo dire lo stesso de La Certosa di Parma. Senza prendermi troppo sul serio e con una punta intellettuale, lo definirei: Na palla. Con un intreccio in cui succedono troppe cose senza capirne a pieno la trama, figuriamoci il senso della storia che più o meno è.... ...Lei è annoiata ma bellissima e ben introdotta in società, lui suo nipote ed un po' ...
Continua
Categories i Classici, In&Out, Libri OUT, Uncategorized

Le Città Invisibili. Meglio il Barone Rampante.

Quando ero piccola ho letto Il Barone Rampante che diventò immediatamente uno dei miei libri preferiti. Era un'estate a Cesenatico con la mia famiglia, zii, cugini, bagni, passeggiate serali sul lungo mare, sale giochi e ginocchia sbucciate. Io non mi staccavo da quel libro. Di Italo Calvino lessi tutta la Trilogia Araldica ( Il Visconte Dimezzato, Il Cavaliere Inesistente)  Marcovaldo, Le Cosmicomiche; di questi non mi ricordo però un gran chè e come scrittore mi conquistò del tutto con ...
Continua
Categories i Classici, In&Out, Libri IN

Henry&June. Inebriante Anaïs.

"Ho visto uomini dimenticare le belle donne che hanno posseduto, dimenticare le prostitute, e ricordare la prima donna che hanno idealizzato, la donna che non hanno mai potuto avere. La donna che ha suscitato il loro romanticismo riesce a trattenerli." Ed il fatto con Anaïs è che lei riesce ad essere entrambe: musa e puttana. Lei ammalia, incanta, fa ribollire il sangue nelle vene, ti fa bagnare, ti fa gemere, ti fa deprimere e mettere tutto in discussione. Ti esalta, ti incanta, ti ...
Continua