Categories i Contemporanei Stranieri, In&Out, Libri OUT

LE QUATTRO CASALINGHE DI TOKYO. Un abbaglio.

Un abbaglio: così quella prima volta in Giappone. Entusiasta ed emozionata di scoprire una cultura centenaria e affascinante come quella giapponese, quando sono arrivata a Tokyo ho conosciuto anche un popolo freddo, trattenuto, frustrato, perverso. Con un pizzico di maschilismo e xenofobia a condire quella delusione che stavo vivendo. La seconda volta che sono tornata ho avuto la conferma della sensazione avuta la prima volta: gli alieni sono effettivamente sbarcati sulla terra, in un ...
Continua
Categories i Contemporanei Stranieri, In&Out, Libri OUT

LA PIOGGIA PRIMA CHE CADA. Malinconico.

Ho sempre avuto la fissa per le fotografie, fin da bambina. A casa dei miei genitori, in soggiorno, ci sono cinque cassetti che da sempre sono stracolmi di foto, tanto da non riuscire a chiuderli bene senza forzare un po’ con la mano. Le vacanze al mare, le prime comunioni, le gite in montagna, i saggi di ginnastica, le recite scolastiche, i momenti di gioco rubati giù in cortile con le amiche. Ma c’è anche un reparto in bianco e nero, in assoluto il mio preferito: i miei genitori da ...
Continua
Categories i Contemporanei Stranieri, In&Out, Libri OUT

ECCOMI. Denso.

Anni fa lessi per caso “Molto Forte, Incredibilmente Vicino” e quello è ancora uno dei libri più belli che abbia mai letto. Un incanto. La perfetta espressione di quello che definisco “proprio un bel libro!”. Così mi segnai il nome dell’autore, Jonathan Safran Foer, che ovviamente era già super famoso, e mi misi in attesa. Ho aspettato per anni. Perché per scrivere questo suo ultimo libro lui ci ha messo quasi 11 anni. Ed io sempre lì in attesa. Perché, volendo leggere qualcos'altro, le mie ...
Continua
Categories i Contemporanei Italiani, In&Out, Libri OUT, Uncategorized

IL SENSO DELL’ELEFANTE. Acerbo!

Acerbo! Perché di Marco Missiroli avevo già letto Atti Osceni In Luogo Privato e me ne ero completamente innamorata: mi aveva incantato il suo modo di scrivere, di raccontare Milano e Parigi, come aveva costruito l'intreccio, i riferimenti ad altri libri e film e come i personaggi erano stati creati e caratterizzati; E proprio per tutte queste cose, mi sono detta: "proviamo a leggerne un altro!". Ma ne Il Senso Dell'Elefante non ho ritrovato lo stesso talento. L'ho iniziato a casa ma letto ...
Continua
Categories i Contemporanei Italiani, Libri OUT

7-7-2007. UN BLUFF.

Un bluff: far credere agli altri di avere una buona mano quando non è così. Non gioco a poker ma di bluff mi capita di leggerne spesso. Perché leggere “tanto” non significa necessariamente leggere “bene”. È come dire che se si va spesso a cena fuori, si mangia sempre bene. Purtroppo non è così. Le variabili che entrano in gioco sono diverse: le aspettative, l’umore, la golosità, il contesto, la compagnia, il cibo, il vino, l’ultima cena fuori avuta, i consigli di amici che ci hanno fatto ...
Continua
Categories i Contemporanei Stranieri, In&Out, Libri OUT

Libertà. O complessità?!

Ci sono un paio di cose al mondo per cui ho un approccio all'acquisto che definirei tra il compulsivo ed il frenetico: scarpe, viaggi e libri. Non fatemi scegliere, sono tutti al primo posto e rinunciare ad uno dei tre sarebbe come dover scegliere a quale delle dieci dita delle mani poter rinunciare. Continuo a comprare indifferentemente delle tre categorie senza troppo pensare a ciò di cui ho “bisogno”, come invece mi ha sempre insegnato il mio papà, né alla spesa. Purtroppo. Sono nata ...
Continua
Categories i Classici, In&Out, Libri OUT

Il Signore Delle Mosche. Quando l’innocenza finisce.

Quando l’innocenza finisce è quel momento in cui, ancora nel corpo di bambino, inizi ad essere “grande”. Passa la frivolezza e arriva la responsabilità, la consapevolezza delle cose che si fanno, o non si fanno, delle parole che si dicono, o non si dicono, e soprattutto delle conseguenze che queste azioni/non-azioni comportano. Quello è il momento in cui si diventa grandi. Quello è il momento in cui un pezzettino di magica innocenza viene perso. Il Signore Delle Mosche invece è una ...
Continua
Categories i Classici, In&Out, Libri OUT

Gita Al Faro. Aspettative, delusioni, passioni.

E poi uno si fissa con certi libri da leggere. Senza sapere il perché, questi entrano nella lista dei "vanno letti". E magari poi uno ne rimane deluso. Perché magari non è così emozionante appassionante seducente brillante accattivante, come uno si aspettava. Come uscire finalmente con il bello della scuola, dopo aver passato intere ricreazioni in cortile ad osservarlo, da lontano, ammaliata. E poi, quando ci sei fuori, rimpiangi di aver rovinato il sogno perché la realtà non è ...
Continua
Categories i Classici, In&Out, Libri OUT

La Certosa di Parma. Na Palla.

Il Rosso e il Nero è stato forse uno dei primi classici ad aver letto, non ricordo praticamene nulla ma so che mi era piaciuto. Non posso certo dire lo stesso de La Certosa di Parma. Senza prendermi troppo sul serio e con una punta intellettuale, lo definirei: Na palla. Con un intreccio in cui succedono troppe cose senza capirne a pieno la trama, figuriamoci il senso della storia che più o meno è.... ...Lei è annoiata ma bellissima e ben introdotta in società, lui suo nipote ed un po' ...
Continua
Categories i Contemporanei Stranieri, In&Out, Libri OUT

Amori e Disamori di Nathaniel P. Bella schifezza.

"Amori e Disamori di Nathaniel P." bella schifezza. Avevo voglia di leggere un bel Classico ma poi mi sono detta: "Dai Vale, sono rimasti solo un paio di giorni di vacanza, perché a chiusura di queste belle settimane non leggi un altro romanzo moderno, veloce e brillante?! Con i Classici puoi rischiare di trovarne uno lento e poco agile, non brutto per l'amor di dio, ma proprio perché oggi giorno abbiamo un ritmo più frenetico anche nello scrivere- rispetto al passato, e considerato gli ...
Continua