Categories i Contemporanei Stranieri, In&Out, Libri IN

LA SAGA DEI CAZALET – GLI ANNI DELLA LEGGEREZZA. UNA COCCOLA BRITISH.

La domanda è sempre quella: come faccio a leggere così tanto? Glisserò sulla definizione di “tanto”, perché a mio avviso potrei leggere moooltoo di più, e non vi parlerò neanche di quelli che chiamo “i miei blocchi della lettrice”, ossia i lunghi periodi in cui non riesco proprio a prendere in mano un libro. In quei momenti mi manca la testa, non riesco a svuotarla dai pensieri, non trovo l’energia e finisco per passare mesi senza leggere una pagina. Quelli sono i periodi peggiori. Ma (e per fortuna c’è questo ma!), di solito, quando tutto è normale, leggo con piacere, leggo con passione, leggo con ossessione alle volte. Leggo per rilassarmi, leggo per perdermi in altri mondi, leggo per conoscermi. E lo faccio tutti i giorni, poco ma tutti i giorni. Ecco il segreto: dopo aver visto un paio di episodi delle serie di Netflix, vado a letto e leggo qualche pagina. E questo succede praticamente tutte le sere: qualche paginetta prima di addormentarmi, come una ninnananna, come una coccola, come un episodio di una soap-opera che dura da decenni. E Gli Anni Della Leggerezza è stato esattamente questo: una telenovelas British!
Vi ricordate Un Posto Al Sole? Io quando ero piccola lo guardavo tutte le sere, non so perché, non so dirvi per quanti anni l’abbia guardato ma dieci sicuramente tutti. Non saprei dirvi esattamente la storia, saprei però sicuramente raccontarvi il contesto; non riuscirei a indicare il nome dei miei personaggi preferiti perché non credo ne avessi, ma neanche di sfavoriti, per carità! Però c’erano tanti personaggi e le loro storie, sebbene tutte diverse, erano tutte intrecciate ed era proprio questo intrecciarsi di storie che mi faceva sintonizzare tutte le sere su quel canale per quella mezz’ora. Una coccola abitudinaria, noi umani siamo esseri abitudinari. Di recente ho scoperto che Un Posto Al Sole va ancora in onda e ha superato le 5.000 puntate; la verità è che questa cosa non mi ha stupito neanche troppo perché in realtà quella soap è la coccola degli italiani ed io questo lo capisco bene; in un certo senso negli anni ho solo scambiato le avventure del condominio di Posillipo con le avventure dei protagonisti dei miei libri. E a mio avviso è stato un ottimo cambio!
La Saga Dei Cazalet è infatti proprio questo: un libro soap-opera. Si inizia e si entra nella storia adagio, ci si affeziona ai personaggi senza rendersene conto ma senza preferenze e in men che non si dica non se ne riesce più a fare a meno. Non è un libro travolgente né una storia avvincente che rapisce e stupisce con i suoi colpi di scena. Niente di tutto questo, anzi. Prima di tutto, come dice il titolo, sono diversi libri, esattamente 5. Gli Anni Della Leggerezza, il primo episodio, l’ho letto dopo aver testato la scrittrice, Elizabeth Jane Howard, e quindi ho combattuto le remore che ho verso le saghe e ho iniziato i famosissimi Cazalet. E non ne sono affatto rimasta delusa! Non lo stra-raccomando ma lo consiglio, soprattutto se amate entrare nell storie con calma e volete un libro da compagnia per tanti mesi, perché questo primo episodio (da 600 pagine!) credo sia solo il preludio della storia che deve effettivamente ancora partire. Per ora abbiamo solo apparecchiato la tavola, adesso aspettiamo che entrino gli antipasti! Sarà una lunga cena ma se vi piace il genere libro soap-opera, se cercate un’alternativa a Un Posto Al Sole, allora questo è il libro che fa per voi! Ancora di più se amate i libri storici e cercate un mix tra Downtown Abbey e The Crown. Una coccola in stile British che sarebbe un peccato farsi scappare!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *